Le autostoppiste di Santa Rosa



Articolo di Miss Coraline

Il caso delle autostoppista di Santa Rosa riguarda una serie di almeno sette omicidi irrisolti che coinvolgono autostoppiste di sesso femminile. I fatti si svolsero nelle contee di Sonoma e di Santa Rosa in California, tra il 1972 e il 1973. Tutte le vittime furono trovate nude nelle aree rurali vicino a ripidi argini o nei letti di insenatura vicino alle interstatali. Il colpevole, rinominato dai giornali: Santa Rosa Hitchhiker Killer o Sonoma County Serial Killer è ad oggi sconosciuto.

Tutti gli omicidi avevano dei tratti in comune: in ognuno dei casi, infatti, le ragazze erano state viste per l’ultima volta fare l’autostop che all’epoca era una pratica assai comune.

Le prime a sparire furono Yvonne Weber e Maureen Sterling, di 13 anni, studentesse della scuola media Herbert Slater. Le loro tracce si persero intorno alle 21:00 del 4 febbraio 1972, proprio mentre facevano l’ autostop su Guerneville Road, nella Contea di Santa Rosa. I loro cadaveri vennero rinvenuti a distanza di 10 mesi, abbandonati lungo un terrapieno ai lati di una carreggiata. Lo stato dei resti era così alterato che non fu mai possibile stabilire la causa del decesso. I corpi furono identificati grazie ad un orecchino di perle ed una collana d’oro rinvenuti sulla scena.

La studentessa d’arte Kim Wendy Allen, 19 anni, fu vista per l’ultima volta il 04 Marzo 1972 da due conoscenti che le diedero un passaggio dal negozio in cui lavorava fino all’ingresso di Bell Avenue sull’autostrada 101, erano le 17:20 circa. Il suo corpo fu ritrovato il giorno seguente lungo un terrapieno vicino il letto di un torrente a Santa Rosa. Kim era stata legata dalle caviglie e ai polsi, violentata e strangolata lentamente con una corda. Il patologo forense ipotizzo che il soffocamento durò circa trenta minuti. Del liquido seminale fu rinvenuto sul corpo insieme ad un solo orecchino.  I due uomini che le hanno dato un passaggio vennero interrogati ma in seguito scagionati completamente.  

La madre di Lori Lee Kursa, 13 anni, studentessa della Lawrence Cook Middle School, denunciò la sua scomparsa l’11 novembre 1972 dopo esser stata vista l’ultima volta mentre faceva acquisti in un U-Save a Santa Rosa. Era solita fare l’autostop di tanto in tanto. I suoi resti congelati si trovavano il 14 dicembre in un burrone a circa 15 metri da Calistoga Road. L’assassino aveva gettato il corpo nel terrapieno. La causa di morte fu il collo rotto con compressione ed emorragia del midollo spinale. Un possibile testimone del suo rapimento si fece avanti affermando che tra il 3 e il 9 dicembre, mentre si trovava su Parkhurst Drive, vide due uomini spingere una ragazza che somigliava alla descrizione di Lori Lee sul retro di un furgone guidato da un uomo caucasico con un’acconciatura afro. 

Carolyn Nadine Davis, 14 anni, sparì il 15 luglio dopo essere stata lasciata da sua nonna all’ufficio postale di Garbeville. È stata vista l’ultima volta fare l’autostop quel pomeriggio vicino l’Highway 101. Il suo cadavere fu scoperto il 31 luglio, a soli 100 metri da dove erano stati recuperati i resti di Sterling e Weber sette mesi prima. La causa della morte fu avvelenamento da stricnina a 10-14 giorni prima della scoperta.  Non fu possibile determinare la presenza di abusi sessuali. Un simbolo esoterico fu trovato sul suo corpo.

Theresa Diane Smith Walsh, 23 anni, fu vista l’ultima volta il 22 dicembre 1973, a Zumba Beach a Malibu, intenta a fare l’autostop verso Garberville, con l’intenzione di raggiungere la sua famiglia per Natale.  Il suo corpo parzialmente sepolto fu trovato sei giorni dopo dai kayakisti a Mark West Creek. Era stata ammanettata con una corda da bucato, aggredita sessualmente e  strangolata.

I resti scheletrici di una sconosciuta “Jane Doe” furono rinvenuti il 2 luglio 1979, in un burrone su Calistoga Road a circa 100 metri da dove era stato recuperato il corpo di Lori Lee Kursa. La vittima era stata ammanettata e il suo braccio era fratturato. Anche in questo caso non fu possibile stabilire la causa della morte. La giovane indossava lenti a contatto, aveva i capelli rossi ed era alta 1 metro e 50.

Altre possibili vittime del Sonora Country Serial Killer furono: Lisa Smith, 17 anni, scomparsa a Marzo del 1971; Jeannette Kamahele, 20 anni, sparita ad Aprile del 1972; infine Kerry Anne Grahamm e Francine Trimble, 15 e 14 anni, disperse dal Dicembre 1978.

Anche se il caso, a distanza di 50 anni, è ancora irrisolto molteplici furono i sospettati. Tra i più “famosi” troviamo: il Killer dello Zodiaco a causa di somiglianze tra un simbolo presente nella sua “Lettera esoterica” del 29 gennaio 1974, inviata al San Francisco Chronicle , in cui reclamava 37 vittime e quello trovato sul corpo di Carolyn Nadine Davis.

Arthur Leigh Allen (sospettato anche di essere Zodiac) perché aveva una casa mobile al Sunset Trailer Park di Santa Rosa al tempo degli omicidi.

Ted Bundy perchè aveva trascorso del tempo nella vicina Contea di Marin, al tempo degli omicidi e inoltre la tipologia delle sue vittime era simile.

Fredric Manalli, un insegnante di scrittura creativa del Santa Rosa Junior College. Sospettato dopo la sua morte, avvenuta per incidente stradale il 24 agosto 1976. Nell’auto, tra i suoi averi, c’erano una collezione di disegni sadomasochistici raffiguranti un ex studentessa Kim Wendy Allen, una delle vittime.

 Alcuni piccoli legami con l’occulto catturarono l’attenzione della polizia. In primo luogo, tutti i corpi erano stati scaricati sul lato est della strada; vicino ad ognuna delle vittime venne ritrovato un cumulo di rami disposti ad incastro a formare due quadrati incrociati, una figura geometrica simile al simbolo del “portatore di spirito”, tipica della stregoneria. Quasi tutte le vittime furono rapite durante la luna calante, mentre l’ultima all’inizio del solstizio d’inverno.

Il problema, tuttavia, fu che i casi vennero seguiti singolarmente, senza una visione d’insieme. Questa connessione all’occulto, pertanto, venne quasi subito dimenticata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.