STEPHEN GRIFFITHS – Il cannibale con la balestra

Londra, 2010.

Stephen si presentò davanti al giudice che gli chiese di confermare la sua identità: “Sono Stephen Griffiths. Sono il cannibale con la balestra”. E quando il giudice gli chiese di confermare anche l’indirizzo di residenza, Griffiths rispose sorridendo: “Ehm…Abito qui, suppongo”.

Risultati immagini per stephen griffiths

Dovrà rispondere dell’omicidio di Suzanne Blamires, 36 anni, Shelley Armitage, 31 anni, e Susan Rushworth, 43 anni. Le vittime erano prostitute che vendevano il proprio corpo anche solo per 20 sterline a prestazione. I cadaveri di Susan e Shelley non furono mai ritrovati.

Stephen nacque il 24 Dicembre del 1969 a Dewsbury, nello Yorkshire. Figlio di un commerciante e una centralinista, i rapporti in famiglia non erano idilliaci e il divorzio non tardò ad arrivare. La donna cominciò così a frequentare numerosi uomini e si intratteneva con loro nel giardino di casa consapevole del fatto che Stephen li guardasse.

Con l’adolescenza arrivarono i primi crimini, per la maggior parte piccoli furti nei negozi, fino a quando un giorno sfigurò in viso con un coltello un addetto di un negozio che cercava di fermarlo. Fu così condannato a 3 anni in un riformatorio minorile. Durante la permanenza nel carcere perse ogni contatto con la famiglia e si sottopose a sedute psichiatriche. Pare che una sua fantasia ricorrente fosse proprio quella di diventare un serial killer. Nonostante queste dichiarazioni, il medico lo dichiarò guarito e all’età di 20 anni fu liberato.

Si trasferì a Manningham dove terminò gli studi e successivamente si iscrisse alla facoltà di psicologia della Bradford.

Nel 1989 fu nuovamente condannato a 100 ore di lavori socialmente utili per aver sparato a degli uccellini con una pistola ad aria compressa e l’anno successivo venne condannato a due anni per aver minacciato una ragazza con un coltello alla gola. Durante la sua permanenza in carcere cominciò a leggere libri sui serial killer tra cui: Jack lo squartatore, gli omicidi delle Brughiere, l’assassino della vasca da bagno con l’acido e, il suo preferito, lo squartatore dello Yorkshire. (Cliccando sui nomi potete leggerne le storie).

Nel 1998 cominciò ad uscire con una donna e la relazione durò due anni fino a quando decise di invitarla nel suo appartamento e la donna notò che tutti i mobili erano ricoperti di plastica. Successivamente cominciò a frequentare un’altra donna, ma la relazione durò poco a causa dei continui abusi e della natura violenta dell’uomo.

Nel 2001 cominciò ad abusare di acool e droghe. Acquistò due varani che portava a passeggio nei parchi adibiti ai cani e che nutriva, alla vista di tutti, con topi vivi. Dal 2001 fino al 2009 cominciò ad appassionarsi sempre più alla pornografia violenta e ai serial killer fino a quando, per rendere onore allo squartatore di Yorkshire, decise di diventare lui un serial killer.

Risultati immagini per stephen griffiths

Nel giugno del 2009 portò nel suo appartamento una prostituta di nome Susan Rushworth dove la uccise con un colpo di pistola e poi la tagliò in più parti nella vasca da bagno. Stessa sorte toccò alla vittima successiva che però fu uccisa con un colpo di balestra e poi smembrata nel bagno del suo appartamento. La terza e ultima vittima fu Suzanne Blamires. La vittima riuscì a fuggire allontanandosi dall’abitazione del killer. Una telecamera a circuito chiuso posta nelle vicinanze mostrò un uomo rincorrere la donna. Una volta raggiunta, le sbatté la testa a terra e le sparò una freccia di balestra dritta in faccia. Il custode avvisò la polizia solo due giorni dopo quando visionò i filmati.

Risultati immagini per stephen griffiths

Arrestato, dichiarò alla polizia di chiamarsi “il cannibale con la balestra”.

Fu condannato all’ergastolo e in prigione tentò più volte il suicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.