LA STORIA DEL LEGGENDARIO ASSASSINO BILLY THE KID

Henry McCarty, vero nome di Billy the kid, nacque presumibilmente nell’isola di Manhattan, New York, nel lontano 1859.

Billy era un ragazzo abbastanza brutto, con i denti sporgenti, la voce stridula, e con le mani e i polsi molto piccoli. Questa caratteristiche gli tornerà utile nel 1881 quando riuscirà a sfilarsi le manette e ad evadere dal carcere di Lincoln, New Mexico.

Ma facciamo un passo indietro.

Era il 1873 e Billy aveva solo 14 anni quando, insieme alla madre e al fratellastro, si trasferirono a Silver City. Qui, la donna si sposò con un certo William Antrim che si mostrò più interessato alle ricerche minerarie che alla cura della famiglia.

Risultati immagini per BILLY THE KID

Nel 1874 perse la madre per tubercolosi e Billy dovette cominciare da giovanissimo a lavorare presso un hotel. Il direttore ne fu impressionato e lo descrisse come “l’unico ragazzo che avesse lavorato per lui senza rubare”.

I primi problemi cominciarono nel 1875, all’età di 16 anni, quando fu arrestato per aver nascosto un pacco di vestiti rubati per conto di un uomo che voleva fare uno scherzo alla lavanderia cinese. Il suo fisico pelle e ossa gli permise però di fuggire strisciando fuori dal camino e, da allora, fu marchiato come fuorilegge.

Cominciò a svolgere lavoretti saltuari fino a quando, nel 1877, un giovane prepotente di nome Frank “Ventoso” Cahill lo attaccò e lo spinse a terra. Billy estrasse la sua pistola e con un singolo colpo lo uccise. Fu catturato e custodito nell’attesa che lo sceriffo arrivasse, ma Billy riuscì a fuggire di nuovo grazie al suo fisico minuto. Si diresse vero il Nuovo Messico dove, in fin di vita dopo aver camminato per lungo tempo, venne accolto dalla famiglia Jones e curato.

Risultati immagini per BILLY THE KID

Nel 1878 partecipò alla “Guerra del bestiame della contea di Lincoln”, un conflitto tra i mercanti della città e i possessori di ranch. Tutto ebbe inizio dopo che Tunstall, un proprietario di ranch, banchiere e mercante per il quale Billy lavorava, venne ucciso a tradimento. Billy ed altri proprietari di ranch, si unirono in un gruppo chiamato “I Regolatori” e diedero la caccia a tutti quelli che pensavano potessero aver partecipato all’omicidio del loro capo.

Fu così che vennero catturati e uccisi a sangue freddo da Billy the kid, Bill Morton e Frank Baker, due degli assassini. Poi fu il turno di McCloskey che, nonostante facesse parte del gruppo dei Regolatori, aveva minacciato di denunciarli in seguito all’omicidio di Morton e Baker. Poi fu il turno di un vecchio cacciatore di bisonti di nome Buckshot Roberts e, infine, dello sceriffo William Brady e del suo vice.

Terminata la mattanza, il gruppo di Regolatori cominciò a vivere da fuorilegge, con la fazione avversaria che cercava di ucciderli. Si chiusero con le armi nella casa di McSween, uno del gruppo dei Regolatori, per chiudere la faccenda. Ma quando la fazione opposta capì che la casa era inespugnabile, decisero di dargli fuoco. Il gruppo di Billy tentò la fuga, ma molti perirono da entrambe le fazioni.

Risultati immagini per BILLY THE KID

Billy riuscì a fuggire in Texas.

Nell’autunno del 1878 l’ex Generale Lew Wallace divenne Governatore e proclamò l’amnistia per tutti coloro che avevano partecipato alla “battaglia del bestiame della contea di Lincoln” per riportare la pace nella contea. L’ex generale conosceva bene Billy the kid e lo invitò ad accettare l’offerta. Nel marzo del 1879, i due si incontrarono per discutere dell’affare. Billy si presentò al governatore con in mano un revolver e una Winchester nell’altra mano. Dopo qualche giorno, accettò di testimoniare per l’amnistia.

Il governatore gli spiegò che doveva compiere un gesto simbolico e lasciarsi arrestare. Billy accettò ma, dopo la testimonianza, venne ufficialmente arrestato e imprigionato.

Riuscì a fuggire di nuovo e sopravvisse per un anno e mezzo rubando bestiame, uccidendo e scommettendo. Si racconta che nel saloon di Fort Summer un uomo di nome Grant si stava vantando con gli amici che avrebbe ucciso Billy the kid se ne avesse avuto l’occasione, non immaginando che l’uomo a fianco a lui con cui stava giocando a poker era proprio il leggendario Billy. A quel tempo i revolver contenevano 6 colpi, ma venivano caricati con 5 perchè non c’era la sicura e gli incidenti erano all’ordine del giorno. Billy gli chiese di vedere l’arma e posizionò il cilindro sul colpo vuoto. Si presentò poi a Grant come Billy the kid e quando l’uomo esplose il colpo non successe niente. Billy estrasse la sua pistola e lo uccise.

Billy verrà catturato nel 1881 a seguito di un’imboscata tesa dallo sceriffo Pat Garret. Il 13 Aprile fu condannato all’impiccagione e, nonostante le numerose lettere di clemenza inviate al governatore, Billy fu imprigionato in attesa dell’esecuzione. Fu allora che la notte del 28 aprile del 1881, grazie alle sua mani piccole e i polsi minuti, Billy riuscì a sfilarsi le manette, uccidere le guardie e fuggire dalla prigione.

Risultati immagini per BILLY THE KID pat garrett

Si nascose a Fort Summer per quasi 3 mesi quando, alla fine, lo sceriffo Garret gli tese una trappola e lo uccise. Si narra che Billy entrò nella stanza di Paulita, una giovane ragazza che con cui Billy doveva sposarsi, e che Garret, nascosto nell’ombra e accortosi della presenza di Billy, lo uccise a colpi di pistola.

Billy morirà il 14 luglio del 1881 all’età di 21 anni, con alle spalle 21 omicidi.

Se ti piace il mio lavoro e vuoi aiutare valuta una

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.