YVES TRUDEAU – APACHE – IL MAD BUMPER (Il paraurti pazzo)

Yves “Apache” Trudeau, noto anche con il nome di “The mad bumper” (il paraurti pazzo) nacque nel 1946 in Canada e si rese noto per l’appartenenza al gruppo di motociclisti “Hells Angels”.

Tutto ebbe inizio nel lontano 1960. Il Quebec usciva dal periodo denominato “Il grande buio” dove l’ala ultra conservativa cattolica governava il paese e i liberali si apprestavano a vincere le elezioni.

Dopo un periodo così rigido, una parte considerevole della popolazione cominciò ad abbracciare la filosofia morale nota con il termine di edonismo e ad intraprendere uno stile di vita dedito alla droga, i piaceri carnali e l’illegalità in generale. Fu così che nacquero i primi gruppi di motociclisti che rappresentavano il senso di libertà, ribellione e machismo. In soli 8 anni si formarono quasi 350 gruppi di motociclisti fuorilegge e, tra questi, c’era Yves Trudeau.

Risultati immagini per yves trudeau biker

Yves si unì dapprima ai Popeyes, il gruppo più violento e sadico tra tutti, per poi unirsi agli Hell Angels. Da settembre 1973 a luglio 1985, Yves uccise 43 persone solo per ottenere la toppa “Filthy Few”, un riconoscimento per aver ucciso per il club Hell Angels. Venne soprannominato il “killer psicopatico” e “la macchina killer” per aver ucciso da solo 18 dei 23 bikers di una banda nemica.

Risultati immagini per yves trudeau biker

Per riuscire a commettere così tanti omicidi, Yves cominciò a fare uso pesante di cocaina mista alcol.

Non aveva un minimo di coscienza, nessun rispetto per la vita umana”, dirà Dubro, l’agente che lo prese in custodia.

E ancora: “La maggior parte degli assassini che ho incontrato si fanno di cocaina, e lo fanno prima di un omicidio. Lo rende più facile. Non tutti però. Alcol e droga sono molto comuni tra questi assassini”.

Yves non aveva un modus operandi, ad alcuni faceva lo scalpo con un coltello, altri li uccideva a colpi di pistola o posizionando bombe all’interno dell’auto o della moto, altri ancora picchiati a morte o strangolati.

Quando, nel 1978, vide un uomo camminare per strada pensò si trattasse di Roland Roxy Dutemple, un fuorilegge di un’altra gang. Lo raggiunse e gli chiese: “Etes vous Roxy?” – “Sei tu Roxy?” (In Canada si parla Francese e Inglese), ma l’uomo non rispose. Yves tirò fuori la pistola ed esplose un singolo colpo alla testa dell’uomo. Il giorno dopo scoprì dai giornali che l’uomo si chiamava William Weichold e non parlava Francese. Yves dichiarerà più avanti di aver riso tantissimo dopo aver appreso la notizia dell’errore, anche se questo significava non ricevere nessun pagamento dagli Hell Angels per l’omicidio.

Risultati immagini per yves trudeau biker crime scene

Yves verrà catturato nel 1985 e condannato all’ergastolo con la possibilità di libertà sulla parola dopo almeno 7 anni. Spaventato dall’idea che qualcuno potesse farlo fuori in prigione, fece da informatore per la polizia e li aiutò a catturare altri esponenti della banda.

Nel 1994 fu liberato sulla parola e gli venne fornita una nuova identità. Visse col nome di Denis Cote e lavorò in una casa di assistenza infermieristica fino al 2000 quando, in seguito a una ricaduta per cocaina, tentò di abusare di un 13enne. Venne condannato nel 2004 ad altri 4 anni e nel 2006 gli venne diagnosticato un cancro alle ossa.

Nel 2008 venne nuovamente liberato sulla parola per facilitarne le cure mediche. La sorella di una delle vittime contraria alla liberazione dichiarò:

“Uccidere per lui è come comprare una confezione di latte. Un uomo come lui non ha un anima. Il cancro è la giustizia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.