JAKE BIRD – IL KILLER VOODOO DELL’ESAGONO – IL KILLER CON L’ASCIA

La Lousiana è uno stato degli Stati Uniti d’America scoperto agli inizi del 500 dai primi esploratori Europei. Prese il nome dai Francesi che la chiamarono così in onore di Luigi XIV (La Terra di Louis). La posizione ideale per i commerci rendeva la Lousiana un territori desiderato da numerosi Stati: Inghilterra, Francia, Spagna, Germania e gli stessi Stati Uniti. Non c’è da meravigliarsi quindi se la Lousiana si presenta al mondo come uno stato multietnico e dalle diverse credenze religiose. Gli schiavi deportati dagli stati Africani, infatti, portavano con sè le credenze mistiche proprie di quella popolazione. Fu così che la Lousiana divenne lo stato del vampirismo e, in particolare del voodoo (o vudù).

Risultati immagini per jake bird killer

Il serial killer Jake Bird nacque nel 1901 proprio in Louisiana ed è, molto probabilmente, il primo serial killer nero nella storia degli Stati Uniti. Non sappiamo niente della sua infanzia e quando la polizia gli chiese dov’era nato, Bird rispose: “Non me lo ricordo“.

Lavorò come manutentore per le ferrovie e ciò gli permise di muoversi spesso da un paese all’altro. E’ probabilmente in questo periodo che cominciò a torturare, violentare e, infine, a uccidere le sue vittime.

Era il 1947 quando a Tacoma, nello stato di Washington, Bertha Kludt (53 anni) e la figlia Beverly (17 anni) furono ritrovate in casa in un lago di sangue. Il killer le aveva colpite ripetutamente con un’ascia dopo essere stato sorpreso a rubare dentro la borsa della donna. Due omicidi per 1 dollaro e 60 cent.

Risultati immagini per jake bird

Altri due omicidi avvenuti nel 1942 nell’Illinois furono successivamente ricollegati a lui.

Venne catturato dalla polizia dopo l’omicidio dei Kludt. I vicini sentendo le urla provenire dalla casa, chiamarono immediatamente gli agenti che, giunti sul luogo, cominciarono un inseguimento con il sospettato. Riuscirono a catturarlo ma Bird aveva un coltello con sè e pugnalò un agente alla schiena e l’altro alla mano. Alla fine lo atterrarono con un pugno diretto in volto.

Il processo si concluse con la pena di morte tramite impiccagione per l’omicidio di 11 persone e Bird si disse frustrato per non aver avuto la possibilità di difendersi da solo dalle accuse. Guardando in faccia il giudice e la corte, esclamò:

Tutti voi che avete avuto a che fare con il mio caso, verrete puniti. Sto mettendo sopra di voi l’esagono di Bird. Ricordate le mie parole: morirete prima che io muoia“.

Nessuno prese in considerazione la minaccia, ma di lì a poco molti morirono. Il primo fu il giudice Hodge che negò a Bird di difendersi da solo e lo condannò a morte. Morì in seguito a un attacco cardiaco. Dopo solo un mese, il poliziotto che lo catturò, morì anche lui di attacco cardiaco. Un altro mese dopo, Ray Scott, un impiegato della corte, morì di polmonite fulminante. Sei mesi dopo fu il turno dell’altro poliziotto che lo catturò.

Risultati immagini per jake bird killer

Dopo sei morti, l’esecuzione di Bird fu accelerata e fissata per il 15 Luglio 1949. Poco prima, Bird scrisse una lettera per chiedere il perdono. 125 persone si recarono sul luogo per vedere l’esecuzione. Il cappellano cominciò a leggere ad alta voce la lettera ma, prima di finirla, la botola si aprì e Bird fu impiccato. Il suo corpo fu poi bruciato e sotterrato con una lapide col numero 21520. Nel suo testamento lasciò la sua fortuna di 6 dollari e 15 al procuratore che aveva archiviato il suo ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.