TIMOTHY JAMES McVEIGH: IL BOMBAROLO DI OKLAHOMA

Una foto emblematica: un vigile del fuoco che porta il corpicino di una delle vittime della terribile esplosione dell’edificio federale in Oklahoma.

Questa è la storia del bombarolo Timothy James McVeigh.

Timothy nasce il 23 Aprile del 1968 a Lockport, nello stato di New York. Dopo la separazione dei genitori, si isola e comincia a sviluppare un morboso interesse per le armi. Durante questo periodo si interessa anche alla lettura di The Turner Diaries, un libro con ideologia Anti-Governo e impronta Neo-Nazista di William Pierce. Il libro alimenterà la paranoia di Timothy che comincerà a credere in un complotto del Governo per abrogare il secondo emendamento (Il diritto per ogni cittadino Americano di possedere armi).

Image result for timothy mcveigh

A scuola le cose non vanno meglio: alto, ma magro, silenzioso e strano, Timothy viene etichettato e bullizzato dagli altri ragazzi. Nel 1986 riesce a terminare la scuola e comincia un corso in economia che poi molla.

Nel 1988 decide di iscriversi nell’esercito degli Stati Uniti e diventa un soldato modello. Ottiene la stella di bronzo per il coraggio dimostrato nella Guerra del Golfo Persico e viene invitato a far parte delle forze speciali Americane. Si ritira dopo soli due giorni e nel 1991 viene congedato.

Torna a casa a New York e si iscrive nei circuiti delle mostre delle pistole, comincia a vendere armi di ogni tipo e a predicare la malvagità e la corruzione del Governo.

Nel 1994 prende forma nella mente di Timothy il piano per distruggere con una bomba l’edificio Federale intitolato ad Alfred Murrah in Oklahoma city. Con l’aiuto di Terry Nichols e Michael Fortier, due seguaci con gli stessi interessi di Timothy, acquista tonnellate di nitrato d’ammonio e galloni di benzina per creare un esplosivo volatile. Timothy ha scelto l’edificio Federale Murrah per la posizione: forniva un’angolazione perfetta per le riprese che i media avrebbero fatto, dimostrando con le immagini il suo piano anti governo.

La mattina del 19 Aprile 1995, durante il secondo anniversario dell’FBI, in presenza di adulti e bambini, Timothy parcheggiò il suv carico di esplosivo di fronte all’edificio Federale. Alle 9:02 una terribile esplosione devastò l’intera facciata Nord dell’edificio, distruggendo 9 piani. Più di 300 edifici nelle vicinanze vennero danneggiati o distrutti.

Morirono 168 persone, inclusi 19 bambini, e 650 feriti.

Image result for timothy mcveigh building

Image result for timothy mcveigh fireman

Timothy venne subito catturato, mentre Nichols si costituì poco dopo. Dopo 5 lunghe settimane di processo, Timothy venne condannato a morte e Nichols all’ergastolo.

Nel giugno del 2001, venne ucciso con un’iniezione letale e il suo corpo cremato. Il suo tentativo di appello venne rifiutato.

Prima dell’esecuzione venne intervistato per un documentario, “American Terrorist”, dove orgoglioso per il successo della bomba e definendo la morte dei 19 piccoli bambini un “danno collaterale”, dichiarò:

“In guerra se uccidi le persone ti danno una medaglia.”

Image result for timothy mcveigh

E’ VIETATA LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, SENZA CITARNE LA FONTE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.