NANNIE DOSS – LA TATA RIDENTE, LA NONNINA RIDACCHIANTE

(Grazie a Luana Zinnà per la segnalazione)

In Inglese la chiamano “The Gigglin Granny” un suono onomatopeico che rende al meglio il male che si cela dietro una vecchia nonnina dell’Alabama.

Sposatasi all’età di 16 anni con Charlie, i due ebbero ben presto 4 figli. Viste le difficoltà economiche Nannie decise di uccidere due pargoli con del veleno per topi. Poi, uccise anche la suocera con la quale aveva un’accesa rivalità. Il marito, l’unico a sospettare di lei, fuggì portando con sè una delle due figlie rimaste e chiedendo successivamente il divorzio.

Nel 1929 il secondo matrimonio con Frank Harrelson, un uomo violento e ubriacone, con il quale restò 16 lunghi anni. Durante questo periodo Nannie uccise Melvina, la figlia avuta dal precedente matrimonio e che Charlie non portò con sè, e i due figli avuti con Frank: il primo venne ucciso con uno spillone conficcato nella testa poco dopo averlo partorito in ospedale, mentre il secondo venne ucciso per asfissia dopo aver stipulato un’assicurazione sulla vita del piccolo. Infine, decise di ammazzare anche il marito Frank con del veleno per topi.

Nannie Doss 7

Nel 1947 Nannie si sposò con Arnie Lanning, anche lui un alcolista violento che fece la fine del precedente marito: morto avvelenato. La sorella e la madre di Lanning avanzarono pretese sulla casa del figlio, così Nannie decise di uccidere la suocera incendiando la casa e la sorella con del veleno per topi quando questa si trovava in ospedale costretta a letto.

Nannie Doss 6

Richard Morton fu il quarto marito per Nannie. L’uomo non era alcolista e nemmeno violento. Per la prima volta Nannie si sentiva felice, fino a quando non scoprì di essere stata tradita più e più volte. La sua sorte era inevitabile. Preparò la solita cenetta condita con veleno quella sera, quando improvvisamente bussò alla porta la madre di Nannie, rovinando i piani. Decise allora di uccidere prima la madre e poi il marito.

Nannie Doss 4

Nel 1953 Nannie si sposò con Sam Doss e i due si trasferirono in Oklahoma. All’inizio la coppia era felice, ma poco dopo Nannie si stancò e decise di tornare in Alabama lasciando Sam vivo e vegeto. Ma Sam non si diede per vinto e scrisse più volte alla moglie pregandola di ritornare a casa da lui. La donna acconsentì, chiaramente con l’intento di uccidere Sam. Nannie gli preparò una splendida cena con contorno di arsenico che si rivelò poco efficace e l’uomo sopravvisse. Non sospettando di nulla, Sam tornò a casa dove lo aspettava una cena a base di veleno per topi che, questa volta, non gli lasciò scampo.

Nannie Doss 5

Fortunatamente, il medico che aveva in cura Sam chiese un esame tossicologico e risultarono elevate tracce di veleno per topi e arsenico. Nannie venne arrestata e, dopo dodici omicidi, condannata all’ergastolo nel 1955.

A 48 anni rischiò di essere la prima donna condannata alla sedia elettrica in Oklahoma, ma un giudice la dichiarò folle e la pena divenne ergastolo. Le fu permesse di lavorare solo in lavanderia e mai in cucina. Il fatto di ridacchiare mentre raccontava ogni omicidio le valse il soprannome di “nonnina ridacchiante”.

Il 2 giugno 1965 morì di leucemia nel penitenziario dell’Oklahoma, nel decimo anniversario della sua carcerazione.

Nannie Doss 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.