LARRY EYLER (+ FOTO CRIME SCENE)

Il killer dell’autostrada

Eyler nacque in Crawfordsville, Indiana, ed era il più giovane di 4 fratelli. I genitori divorziarono quando lui era ancora piccolo e i successivi compagni della madre abusavano di lui e lo deridevano sia in pubblico che in privato. Durante l’adolescenza le cose non migliorarono: lasciò la scuola e iniziò a capire di avere interessi omosessuali, odiandosi profondamente per questo.
Tra il 1974 e 1978 ricominciò la scuola serale e riuscì ad ottenere un diploma. Si trasferì a Terre Haute dove un giorno, inspiegabilmente, accoltellò una donna, che sopravvisse e denunciò Eyler. Arrestato e giudicato colpevole di aggressione, venne multato di soli 43 dollari.

Dopo 4 anni, Eyler accoltellò di nuovo un passante, un certo Jay Reynolds, uccidendolo e gettando il suo corpo lungo il ciglio della strada a Nord di Indianapolis. Nei mesi successivi Eyler ucciderà con lo stesso modus operandi altre sei persone (forse più), gettando poi i corpi lungo l’interstatale.

Il 30 settembre un ufficiale di polizia notò il furgone di Eyler parcheggiato sul ciglio dell’interstatale 65 e due uomini, di cui uno con le mani legate, dirigersi verso i boschi. Non appena raggiunti, la vittima accuserà Eyler di averlo abusato sessualmente e il poliziotto, dopo averlo liberato, controllerà il furgone di Eyler dove troverà un nastro adesivo, del nylon e un coltello sporco di sangue. Inspiegabilmente, il poliziotto si limitò a liberare la vittima e a un richiamare verbalmente Eyler.

L’omicidio che lo incastrò fu quello di Daniel Bridges, un ragazzo di 15 anni, il cui corpo abusato e smembrato fu scoperto il 21 agosto del 1984 in una discarica. Bridges viveva nello stesso quartiere di Larry e i due si conoscevano bene. Quel giorno accettò un passaggio in auto e quella fu l’ultima volta che i parenti lo videro. Dal racconto di Larry, Bridges venne legato a una sedia, picchiato, violentato, ucciso e il suo corpo smembrato. La polizia non impiegò molto tempo per arrivare a lui. Venne arrestato e condannato a morte nel luglio del 1986.

Durante l’attesa per l’esecuzione, un nuovo avvocato di Larry tentò di sospendere la condanna sostenendo che l’avvocato precedente, un certo David Shippers, aveva avuto un conflitto d’interesse con uno dei testimoni, Robert Little: David aveva ricevuto 16,875$ da Robert per incastrare Eyler Larry. Larry e Robert Little si conoscevano e, sostiene Larry, era stato Robert a uccidere il piccolo Bridges.

Larry morì il 6 marzo del 1994 per complicazioni dovute al l’AIDS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.